La città di Bressanone e l’Alto Adige offrono molto dal punto di vista culturale...leggendari castelli & fortezze, pittoresche cappelle, chiese e chiostri, numerosi musei e luoghi storici, così come innumerevoli pitture che decorano negozi e case padronali nei tortuosi vicoli della città. Gli altoatesini sono molto fieri delle usanze e delle tradizioni che sono tuttora tramandate: per questo motivo potrete ammirare i bellissimi costumi tirolesi durante le feste religiose, le processioni, le sagre e le feste campestri.

Consigli per escursioni a Bressanone & dintorni:
  • Il centro storico di Bressanone con la sua storia di oltre 1000 anni offre innumerevoli attrazioni, quali: il Duomo, la “Torre bianca“, il Chiostro, uno dei maggiori monumenti di pittura muraria con preziosi affreschi del 14esimo e 16esimo secolo, e il Museo della farmacia.
  • Un assoluto imperativo cui bisogna ottemperare durante un soggiorno in Alto Adige, è dato dalla visita al Palazzo Vescovile con la sua loggia rinascimentale, la bella facciata in stile barocco, i viali alberati e un cortile tra i più suggestivi
  • Al Museo Diocesano nel Palazzo Vescovile ha sede una preziosa raccolta di pregiate sculture e tavole del periodo storico che va dal medioevo fino ai tempi moderni, il tesoro del Duomo di Bressanone, l’ala imperiale con la stufa in maiolica, mobili storici e porcellana viennese e l’ala vescovile con la cappella barocca. Al pianterreno sono custodite oltre 5000 figure del presepe, confezionate per le camere nel palazzo Vescovile del Principe Karl Franz von Lodron. La raccolta è completata da una raccolta di presepi provenienti da Bressanone, dal Tirolo, da Napoli e dalla Sicilia.
  • Da non perdere, inoltre, un’interessante visita della città: “Con il guardiano notturno per le strade di Bressanone“.
  • A Novacella nei pressi di Bressanone vi attende l’Abbazia Agostiniana di Novacella, un chiostro tuttora abitato che ospita 30 canonici. Si tratta dell’abbazia più grande e famosa dell’intero arco alpino. Particolarmente degne di nota sono la biblioteca, la chiesa collegiata, il giardino delle erbe e la cantina del chiostro, premiata diverse volte per i suoi pregiati vini bianchi. Novacella è la zona di viticoltura più a nord dell’Italia.
  • Il forte, nella cittadina di Fortezza è stato eretto nel 1833-39 durante il regno dell’imperatore d’Austria Franz I. All’epoca fu ritenuta la roccaforte più robusta d’Europa. Questo monumento alla difesa non ha però mai assistito ad una vera battaglia e ormai non è più all’avanguardia. Ora domina il paesaggio e può essere visitato con una guida.
  • Le miniere più alte d’Europa … in Alto Adige! Le miniere più alte d’Europa vi condurranno in un meraviglioso mondo sotterraneo che in passato ha condizionato la vita di tanti lavoratori dei dintorni.
  • Geodi, cristalli e diversi tipi di minerali sono esposti al Museo Mineralogico di Tiso. Nei mesi estivi i bambini possono accompagnare Paul Fischnaller quando si reca alla ricerca di minerali!
  • L'atlante per il tempo libero ADAC definisce il Museo degli usi e costumi di Teodone uno dei musei a cielo aperto più belli d’Europa. Nell’area aperta si possono visitare antichi masi e botteghe di artigiani. Nella Tenuta “Mair am Hof”, nel cuore del museo, si trovano diverse collezioni riguardanti la vita e le usanze rurali, tra le quali, una collezione di pipe, di cinte e di cetre.
  • Ötzi, l’altoatesino più famoso nel mondo si trova nel Museo archeologico di Bolzano! La mummia dei ghiacci è la più antica del mondo. Oltre a fornirci molte informazioni sull’età del rame, gli oggetti ritrovati accanto alla mummia ci danno molte informazioni sulle condizioni di vita di quell’epoca.
  • Nel Museion a Bolzano è esposta arte moderna. L’edificio stesso è un’opera d’arte costruita in vetro e cemento.
  • Reinhold Messner, spesso gradito ospite del Ristorante Künstlerstübele Finsterwirt/Oste Scuro, con il suo MMM – Messner Mountain Museum ha realizzato il suo sogno. In sei diversi musei dell’Alto Adige rappresenta il tema della montagna.
  • L’Alto Adige ... terra benedetta e patrimonio dell’umanità: un po’ di tedesco, un po’ di italiano, di tutto un po’, non manca proprio nulla! Le Dolomiti – uniche al mondo e simbolo dell’Alto Adige. Le montagne dichiarate patrimonio dell’umanità dall’UNESCO attraggono i visitatori ammaliandoli con un gioco di colori unico al mondo: al mattino, al sorgere del sole brillano, mentre di sera, al tramonto, s’infuocano e si colorano di rosso! Una gita sulle Dolomiti consente di ammirare paesaggi spettacolari avendo, nel contempo, l’opportunità di conoscere anche la cultura del posto. Cultironda® Dolomyhos offre dodici percorsi per comprendere la cultura e la vita sulle Dolomiti.